NOV - DICEMBRE 2022 - GEN
1
m
2
s
3
s
4
m
5
g
6
d
7
m
8
v
9
l
10
m
11
s
12
l
13
m
14
m
15
g
16
v
17
s
18
d
19
l
20
m
21
m
22
g
23
v
24
s
25
d
26
l
27
m
28
m
29
g
30
v
31
s
 
username
password
Li hai dimenticati?
Home | Chi siamo | Laboratori | Spettacoli | Biblioteche
Letture animate e narrazioni - Progetto Rodari - Progetto bullismo - LETTURE - SPETTACOLO
UN OMAGGIO A UN GRANDE UOMO E A UNO STRAORDINARIO MAESTRO DI BELLEZZA

Il 2010 è stato un anno importante. Ha segnato due anniversari: i 90 anni della nascita e i 30 della morte di un uomo molto amato da chi è "colpito" irrimediabilmente dalla passione dell'educazione.
Si tratta di Gianni Rodari, punto di riferimento imprescindibile in campo educativo, ma anche e assolutamente, secondo noi, personalità di snodo in ambito teatrale .
Pensiamo possa essere una bella occasione, a partire dall'anniversario e per tutti gli anni a seguire, proporre dei progetti che attraversino parte del mondo di Rodari e che evidenzino la caratteristica sociale ed educativa del suo lavoro.

Nella Grammatica della fantasia (Einaudi, Torino 1973) Rodari accenna più di una volta al teatro, soprattutto ad un teatro che lavora di pari passo con la creatività e l'elaborazione fantastica.
Rodari aggiunge inoltre che "L'esperienza teatrale contiene gli elementi di una scuola nuova e vera, completamente sottratta a ogni schema artificioso, liberata dal meccanismo burocratico del puro "riflesso scolastico", alimentata da motivazioni in "presa diretta" con la personalità del bambino e con il reale che lo circonda. "

Per noi, come diceva anche Gianni Rodari, l'esperienza teatrale ha un valore prevalentemente didattico e pedagogico. Il teatro viene usato come strumento per la scoperta di se stessi e del mondo, come mezzo di comunicazione con gli altri.
"Il bambino che passa per un'esperienza del genere non è più un bambino obbediente, acritico, passivo, a cui si possono dettare lezioni dalla cattedra: nelle sue mani la macchina fotografica è diventata un'arma di liberazione, il complesso lavoro per la costruzione dello spettacolo si è tramutato in un lavoro irreversibile per la costruzione della sua personalità. I bambini diventano membri di una comunità e parlano liberamente, consapevolmente, per abbondanza di una vita interiore di cui l'esperienza ha allargato i confini.
E qui si vede anche come gli adulti coinvolti (operatori, insegnanti, genitori, membri delle istituzioni) riescono a svolgere pienamente, nei confronti dei ragazzi, la loro funzione di educatori: cioè di liberatori. "
Non perché, come afferma ancora Rodari, tutti siano artisti, ma perché nessuno sia schiavo.

Quello che Rodari voleva e che anche noi ci proponiamo è di entrare nel sociale, nel senso di incidere nella società in cui stiamo vivendo.
"Era una sua esigenza di uomo, voleva dare ai bambini un'idea positiva, un'idea di progresso, far capire che i cambiamenti della società dipendevano anche da loro".

Ecco dunque i progetti che proponiamo, pensati in particolare per le biblioteche:


Un maestro viaggiatore
Esplorazione fantastica nei mondi di Gianni Rodari
Lettura animata indirizzata a un pubblico di bambini (3-11 anni ) e famiglie.

Sbagliando si inventa
Giocando con gli errori e la grammatica della fantasia
Laboratorio di lettura animata, invenzione e scrittura creativa, indicato per un pubblico di bambini (6-11 anni ) e famiglie.




0